Correzioni MAX

Il Metodo
Nel MAX il server spedisce al rover tutte le osservazioni e le coordinate per una singola stazione di riferimento (stazione Master) per tutte le altre stazioni della rete, o per un suo sottoinsieme, conosciute come stazioni ausiliarie, vengono trasmesse le osservazione con ambiguità già ridotte e la differenza di coordinate (variazioni relative alla stazione Master).

 

Figure 6: The relationship between the server and rover using the MAX method

Figura 6: Il rapporto tra il server e rover utilizzando il metodo MAX

 

Metodo Standard
Il MAX è un metodo standard perché usa algoritmi pubblici per generare le correzioni. La commissione Speciale RTCM ha decretato il MAX come standard ufficiale per le correzioni di rete RTK

Soluzione controllata dal rover
La correzione MAX fornisce al rover la flessibilità di eseguire la scelta tra una semplice interpolazione della correzione di rete o un metodo di calcolo più rigoroso (calcolando baseline multiple con l’uso delle stazioni ausiliarie).

Questo significa che il rover ha il controllo della soluzione RTK e cambia il metodo di calcolo sul momento in base alle proprie condizioni.

Tracciabilità e Ripetibilità
E’ tracciabile e ripetibile in quanto tutto si riconduce a stazioni reali.

Massimizzazione dei dati dei satelliti
Dai dati MAX il rover può ricostruire le osservazioni con le ambiguità ridotte di tutte le stazioni della cella, pertanto massimizza i dati disponibili.

Omogeneità
Il rover ha la possibilità di adattarsi alle condizioni atmosferiche usando un numero appropriato di stazioni di riferimento, quindi durante il rilievo è garantita la omogeneità.